98° POLENTONE DI BUBBIO

Da Sabato 22 Aprile 2017 a Domenica 23 Aprile 2017
Sabato, Domenica

Quasi centenaria, senza tuttavia sentire il peso degli anni, torna a Bubbio (AT) la 98° Edizione del Polentone di Bubbio. Sabato 22 e Domenica 23 Aprile 2017 ancora una volta il grandissimo paiolo rovescerà faticosamente il suo gustoso e dorato contenuto per la 98° volta nella storia del paese.


In un paese come Bubbio, in cui la tradizione folkloristica di un Piemonte contadino è sempre stata viva e rivalutata degnamente dall'azione congiunta di Amministrazione Comunale e Pro Loco di Bubbio, il Polentone si inserisce perfettamente e si radica nel tessuto sociale dell'intera comunità, orgogliosa e fiera delle sue origini. 


Derivato forse dalle antiche distribuzioni rituali di fave e lenticchie, poi sostituite dalla più recente farina di mais, occasione per socializzare con il 'diverso' in concomitanza con l'arrivo in paese dei magnin (i calderai stagnatori di pentole e paioli) il Polentone si è a poco a poco costruito una dignità storica basata su una leggenda che, per quanto improbabile nei dettagli, mette comunque in evidenza il rapporto tra calderai e popolazione locale e la dura realtà di miseria cronica della Langa contadina dei secoli passati. La leggenda narra di un gruppo di poveri calderai giunti a Bubbio affamati e stremati, aiutati dal castellano che donò loro della farina di granoturco. I calderai (magnin) cucinarono in piazza una enorme polenta che venne consumata insieme a tutti i borghigiani ugualmente affamati per la lunga carestia.

Questa leggenda viene ogni anno riveduta dai bubbiesi e rievocata con fedeltà: dal Castello escono i Signori con i Cortigiani, gli Armigeri, i Tamburini; i sacchi di farina vengono caricati dai mugnai su un carro circondati da calderai e dal popolo festante; il corteo sfila per le vie del borgo e raggiunge la piazza dove in un enorme paiolo di rame viene cotta e poi scodellata la polenta accompagnata da salsiccia e sugo di funghi con un'invitante frittata di cipolle. Mentre dalle ore 9,00 come in uno splendido quadro da Domenica del Villaggio, il Mercato del Borgo ha già aperto le sue porte alle " genti venute da ogni dove". 


Il finale, gioioso e goloso, è sempre lo stesso: mentre tutti con appetito gustano polenta, salsiccia e sugo di funghi con un'invitante frittata di cipolle nei piatti dipinti a mano in serie limitata, il castellano ordina che le tasse e i dazi siano nuovamente ridotti, che la festa sia ripetuta ogni anno per perpetuare nel tempo l'evento e che sia infissa sotto lo stemma di Bubbio l'insegna Dulcia Promam a ricordo della mitezza dei suoi abitanti e della dolcezza dei prodotti della sua terra.



La sera prima, il 22 Aprile, a partire dalle ore 20,00 la Serata nel Borgo Antico fa rivivere atmosfere e sapori dei tempi antichi. Degustazione di tipiche vivande semplici e genuine, osterie e botteghe del vino sparse qua e là aperte fino a tarda sera che, serviranno vini locali, da sorseggiare nei tipici bicchieri-ricordo, sono solo alcune delle innumerevoli attrazioni che vi attendono. E’ permesso l’ingresso a chi possiede lo speciale lasciapassare ed ovviamente a chi non rinuncia ai piaceri delle novità legate al passato ed al divertimento … il tutto in una misteriosa ma soprattutto curiosa cornice medioevale.






Tipologia

Sagre enogastronomiche

Informazioni location

All'aperto

Orari

Dalle 20.00
Dalle 09.00

Ingresso

Gratuito

Contatti

Organizzatore: COMUNE DI BUBBIO - PRO LOCO DI BUBBIO
Telefono: 0144.83502
Email: proloco.bubbio@gmail.com
Sito Web: www.comune.bubbio.at.it/

Documenti

Nessun documento presente

Segui su facebook

Posizione sulla mappa

Piemonte, Bubbio (AT) - Piazza del Pallone | Centro Storico

Commenti